Il pesto ligure (ricetta di famiglia)

Il pesto di basilico è il condimento tipico della tradizione ligure… Non si può fare tappa in Liguria senza assaggiare un piatto di trofie,  gnocchi, lasagnette o trenette al pesto. 

Il pesto ligure è una salsa di origine molto antica, la tradizione lo vuole assolutamente preparato con il mortaio in marmo e deve essere abbastanza granuloso, non perfettamente liscio, inoltre per preparare un buon pesto ligure bisogna usare il basilico dop a foglia piccola e di un bel verde acceso, i pinoli, rigorosamente italiani, olio extravergine di oliva e il formaggio grattugiato deve essere di due tipi : parmigiano o grana,  e pecorino.

Con il tempo la ricetta originale ha subito qualche modifica e come spesso accade in questi  casi ogni famiglia ha la sua tradizione. C’è chi per praticità prepara il pesto nel frullatore e chi lo prepara ancora al mortaio come una volta. C’è chi usa soltanto il parmigiano e chi invece aggiunge anche il pecorino. C’ è chi mette più o meno olio e chi aggiunge uno o due gherigli di noce insieme ai pinoli. Chi mette l’ aglio intero e chi lo mette senz’anima. Insomma ogni casa ha la sua ricetta segreta… Oggi vi regalo la mia, un pesto delicato, cremoso e profumatissimo perfetto per condire i vostri primi piatti, preparare lasagne al forno, ma anche ottimo per  aperitivi e finger food o anche semplicemente da spalmare sul pane! Una ricetta a cui sono molto legata ma che ho deciso di scrivere per tutti voi, ovviamente specifico : non è la ricetta antica della tradizione, ma quella che da sempre si prepara nella mia famiglia.

Il pesto ligure 

Ingredienti per 4 persone 

1  grosso mazzo di basilico a foglia piccola (per me basilico di Pra’)

Mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva ( la dose è abbastanza indicativa)

25g di pinoli

2 gherigli di noci

3 grani di sale grosso

1 spicchio di aglio (per me privato dell’anima)

80g di parmigiano grattugiato (o metà parmigiano e metà pecorino)

1 piccola noce di burro (la tradizione non lo prevede assolutamente, io lo metto a volte e mi piace moltissimo perché lo rende cremoso)

Procedimento

  1. Lavate bene il basilico eliminando residui di terra e gambi, scolatelo dall’acqua in eccesso e asciugatelo con cura.
  2. Ponete le foglie di basilico all’ interno di un mixer insieme a pinoli, gherigli di noce e allo spicchio di aglio precedentemente  pelato e privato dell’anima. Aggiungete metà dell’olio extravergine e frullate.
  3. Inserite nel mixer i formaggi grattugiati, l’olio restante e se volete una piccola noce di burro. Frullate fino a raggiungere la consistenza desiderata.
  4. Prima di condire la pasta regolate la consistenza del vostro pesto con un poco di acqua di cottura.

Note :

  • In Liguria le lasagnette e le trenette al pesto vengono arricchite da fagiolini e patate lesse a fettine, cotti nella pentola dove cuocerete la pasta. Provateci! Sono davvero buonissime.
  • Se preparate il pesto con un basilico a foglia grande e più dura può essere che il colore del vostro pesto non sia Bello brillante ma più scuro o tendente al marroncino e abbia un leggero  retrogusto di menta. Il basilico ligure ha invece un colore più chiaro e vivo ed un gusto più delicato, per questo vi consiglio di usarlo per la preparazione del pesto!
  • Oltreche per condire la pasta potete utilizzare il pesto ligure  per preparare antipasti o fingerfood, ma anche per dare un tocco di sapore in più ai vostri sughi : se aggiungete mezzo cucchiaino di pesto al sugo di pomodoro otterrete una salsa profumatissima.
  • Aggiungete un cucchiaio di pesto al vostro minestrone per trasformarlo in un piatto profumato e goloso.

Se provate la mia ricetta fatemi sapere se vi è piaciuta! Aspetto le vostre foto su instagram taggate #incucinacongiadaesara.

Buona serata,

Sara.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *